Non c’è niente da fare: non mi abituerò mai al tourbillon di sensazioni che provo all’uscita di un mio nuovo romanzo. Oscillo tra la felicità e il panico poiché per me un romanzo è come un figlio. E questo è il terzo. Incredibile ma vero. Incredibile non perché io...

leggi tutto